SEI IN > VIVERE FRIULI VENEZIA GIULIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Quattordici nuovi poliziotti in servizio alla Questura di Pordenone

2' di lettura
22

Sono arrivati alla Questura di Pordenone, assegnati dal capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Prefetto Vittorio Pisani, tre Ispettori della Polizia di Stato e 11 nuovi agenti provenienti da altre sedi.

Ad accoglierli è stato il Vicario della Questura dott Sandro De Angelis, insieme al Commissario Capo dott.ssa Mariaconcetta Losurdo che ha dato loro il benvenuto e augurato buon lavoro. I neoarrivati, durante il colloquio con il Vicario, che li ha voluti conoscere personalmente e singolarmente, hanno manifestato forti motivazioni nell’affrontare il servizio che li attende nella nuova sede della Questura di Pordenone. I tre Ispettori di Polizia assegnati, Ufficiali di polizia giudiziaria, sono stati destinati a rinfonzare gli Uffici investigativi e della Polizia amministrativa.

Cinque sono gli agenti effettivi che avendo prestato servizio in altre sedi a domanda sono stati trasferiti alla Questura di Pordenone, mentre gli altri sei neoagenti, tre donne e tre uomini, dopo aver prestato giuramento il 15 dicembre scorso nelle rispettive Scuole di Alessandria, Brescia, Abbasanta, al termine del 223° Corso di formazione per Allievi Agenti della Polizia di Stato, hanno raggiunto questa la sede e fino al prossimo 8 febbraio saranno impegnati nella fase cosiddetta di applicazione pratica delle conoscenze maturate nei 6 mesi di formazione presso le Scuole di Polizia.

Il loro inserimento negli organici segna un potenziamento delle risorse umane alla Questura, contribuendo a garantire un servizio più efficace e una maggiore presenza sul territorio. L’arrivo di nuovi agenti è sempre un passo positivo per la comunità, aumentando la capacità di risposta alle esigenze della collettività. Dal Vicario e dai colleghi della Questura di Pordenone, i migliori auguri di buon lavoro, sempre al servizio del cittadino.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-01-2024 alle 19:29 sul giornale del 18 gennaio 2024 - 22 letture