SEI IN > VIVERE FRIULI VENEZIA GIULIA > CULTURA
comunicato stampa

Pordenone: Creativity Team Lab, verso la candidatura a Capitale Italiana della Cultura

2' di lettura
32

Costruire una candidatura a Capitale Italiana della Cultura è un processo collettivo, in cui la comunità è centrale. Il Comune di Pordenone ha iniziato da tempo questa azione con tavoli tecnici, incontri e una promozione che mira a coinvolgere attivamente quanti operano –e hanno sempre operato- sul territorio.

Martedì 19 marzo l’Assessorato Politiche Giovanili - Centro Giovani Diffuso ha incontrato un gruppo di ragazzi e ragazze under 30 per un’attività ad alto potere immaginifico. A coordinare, l’impresa sociale Itinerari Paralleli, che sta curando la candidatura della nostra città per il Comune di Pordenone, in collaborazione con Future Young Talent e PAFF! International Museum of Comic Art, che ha anche ospitato l’incontro.

«L’agenzia incaricata di seguire il progetto per la candidatura a Pordenone-Capitale Italiana della Cultura - spiega l’assessore alla Cultura e Vicesindaco del Comune di Pordenone, Alberto Parigi- ha incontrato le Categorie, le Associazioni e i rappresentanti di tutti i segmenti della città con appuntamenti e tavoli di lavoro calendarizzati.

Puntiamo sulla Pordenone giovane e vogliamo che nel dossier e nel processo di candidatura a Capitale Italiana della Cultura i giovani ritrovino loro centralità. Abbiamo già iniziato dedicando loro nuovi spazi per mostre, musica e con il potenziamento dei Centri giovanili comunali; un impegno che ora vogliamo inserire a pieno titolo nel contenitore della candidatura».

Durante il pomeriggio, giovani provenienti da contesti associativi, formativi, aggregativi e semplici curiosi hanno lavorato intensamente dialogando e offrendo un'immagine della città futura che riorganizza spazi, tempi e opportunità per le nuove generazioni.

Sono stati utilizzati diversi strumenti per favorire la progettazione partecipata, dalla facilitazione grafica al metodo Futureyoungtalent, e a fine incontro è stato creato un vero e proprio plastico della “Pordenone futura” secondo le nuove generazioni, in cui le parole chiave selezionate sono diventate degli edifici simbolici.

Ad esempio, l’edificio che rappresenta la “relazione” -uno dei concetti più sentiti e citati durante l’incontro- è stato creato con una serie di cerchi concentrici, che simboleggiano il livello di coinvolgimento delle persone: dal più ampio -quello della vasta ricaduta delle attività culturali- al cerchio più interno -quello di chi vuole essere parte attiva della creazione e gestione delle proposte-. L’edificio manca volutamente di un tetto, per sottolineare il concetto che deve sempre essere aperto e inclusivo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2024 alle 17:04 sul giornale del 22 marzo 2024 - 32 letture






qrcode