SEI IN > VIVERE FRIULI VENEZIA GIULIA > CRONACA
articolo

Pordenone: ha oltre un chilo di hashish, arrestato 19enne

2' di lettura
38

Negli ultimi giorni la Polizia di Stato della Questura di Pordenone ha fortemente intensificato l’attività di contrasto e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti.

Nell’ambito di questi servizi, nel pomeriggio dello scorso 29 aprile personale della Squadra Mobile procedeva in Cordenons al controllo di un’autovettura con a bordo due giovani; dopo aver arrestato la marcia del veicolo, alla richiesta degli agenti di esibire i documenti, il giovane seduto sul lato passeggero, un giovane pordenonese di 19 anni, scendeva precipitosamente dall’auto e cercava di darsi alla fuga, spingendo energicamente gli operatori i quali, dopo averlo inseguito riuscivano ad arrestare il tentativo di fuga del giovane.

In considerazione del comportamento avuto dal giovane, veniva eseguita nei suoi confronti una perquisizione personale che consentiva di rinvenire all’interno della tasca destra del giubbino indossato dal passeggero, una panetta di hashish del peso di circa 100 grammi. Veniva così estesa la perquisizione anche presso l’abitazione del giovane, sita in Pordenone, dove all’interno della sua camera da letto venivano rinvenuti ulteriori 940 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish.

Nell’occasione veniva recuperato anche materiale per il confezionamento, la pesatura ed il trattamento dello stupefacente ed in particolare un dispositivo elettronico per la cottura sottovuoto a bassa temperatura che, come accertato dagli operatori, viene utilizzato per procedere alla cottura per 48 ore consecutive in acqua calda della sostanza stupefacente avvolta in carta forno e doppio involucro sottovuoto; tale procedura consente di attivare il terpene ottenendo così una miglioria del prodotto e permette di diminuire il classico odore della sostanza stupefacente al fine eludere eventuali controlli. Il giovane veniva trovato in possesso anche di un coltello a serramanico con la lama con evidenti tracce di stupefacente del tipo hashish lunghezza complessiva di cm 20, di una pistola scacciacani priva del tappo rosso e della somma di 1100 in contanti; il tutto veniva debitamente sequestrato.

In considerazione di quanto rinvenuto il giovane veniva tratto in arresto e su disposizione del Pubblico Ministero di turno, dr.ssa Monica Carraturo, associato alla casa circondariale di Pordenone. Inoltre l’arrestato è stato denunciato anche per il reato di resistenza.

L’arresto è stato convalidato dal GIP del Tribunale di Pordenone che ha disposto per il giovane la sottoposizione agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

Nel corso dell’attività gli agenti della Squadra Mobile hanno eseguito anche una perquisizione domiciliare nei confronti del conducente del veicolo, un ventitreenne di origine campane che sortiva esito positivo: nascosti all’interno della camera da letto gli agenti rinvenivano un pezzo sostanza solida di sostanza stupefacente del tipo hashish del peso di circa 25 grammi. In considerazione di quanto rinvenuto il giovane è stato deferito all’autorità giudiziaria in stato di libertà.



Questo è un articolo pubblicato il 06-05-2024 alle 15:35 sul giornale del 07 maggio 2024 - 38 letture






qrcode